Spesso i proprietari degli immobili si riservano di far redigere l’a.p.e. (attestazione di prestazione energetica) solo in funzione di una eventuale locazione o vendita dell’immobile stesso.

Faccio presente loro che così si incorre in sanzioni e mi rendo conto che spesso non ne conoscono l’entità.

Ecco allora un piccolo promemoria (Legge 90/2013).

  • Nel caso in cui l’immobile venga venduto senza essere dotato di attestato di prestazione energetica, il venditore incorre in una sanzione variabile tra i 3000 ed i 18000 euro.
  • Nel caso in cui l’immobile venga  affittato senza essere dotato di attestato di prestazione energetica, il locatario incorre in una sanzione variabile tra i 1000 ed i 4000 euro.  Se la durata della locazione non eccede i tre anni, la sanzione è ridotta alla metà
  • Nel caso in cui l’annuncio con cui l’immobile viene messo in pubblicità, sia per la vendita che per la locazione, non contenga  i parametri energetici, la sanzione amministrativa è variabile tra i 500 ed i 3000 euro.